7 motivi per cui l’economia degli algoritmi cambierà la società

Il mondo intorno a noi sta cambiando così rapidamente, che anche l’hype creato intorno ai Big Data è già obsoleto. Parlare di Big Data non è più così interessante e ormai sappiamo tutti che una mole sempre più elevata ci raggiungerà, rapidamente.

Ma i Big Data non sono un valore in quanto tale. Tutti noi possiamo generare enormi quantità di dati, dopo tutto. Nemmeno il trattamento sempre più sofisticato dei dati guiderà il cambiamento, considerando che ogni grande azienda può assumere Data Scientist in grado di sviluppare analisi sempre più sofisticate.

Il valore reale risiederà negli algoritmi che definiranno le azioni da intraprendere sulla base dei dati, e saranno loro al centro delle nostre attività future

Benvenuti nella Algorithmic Economy

Algoritmi che definiscono i processi aziendali, che forniscono servizi al cliente, che prendono decisioni, se necessario, e definiscono il modo in cui il mondo funziona. Durante l’ultimo Gartner ITxpo, Gartner ha previsto che l’aumento del commercio algoritmico cambierà per sempre il modo di fare business.

Per comprendere tutti i dati provenienti dal nostro mondo, saranno necessari algoritmi. Nell’era digitale che ci sta aspettando, gli algoritmi saranno in grado di operare in modo indipendente. Questi algoritmi saranno in grado di capire il comportamento dei clienti, imparare dai dispositivi ed agire di conseguenza, operando la scelta più adeguata. Algoritmi ottimizzeranno le filiere di fornitura, guideranno le vostre auto, monitoreranno i nostri robot e potranno persino determinare il contenuto di marketing più adeguato per voi.

Si svilupperanno marketplace per gli algoritmi, dove gli sviluppatori potranno acquistare, utilizzare o concedere in licenza piccoli pezzi di software che offrono una soluzione intelligente e molto specifica ad un particolare problema. Aspettiamo di vedere algoritmi intelligenti che saranno in grado di creare nuove versioni migliorate di se stessi, o addirittura di generarne di completamente nuovi. E nuovi soggetti che regoleranno tutti questi algoritmi per garantire che facciano effettivamente quello che dicono di fare. Il business algoritmico sta per avere un impatto drammatico sulle organizzazioni e il mondo intorno a noi.

I 7 modi in cui gli Algoritmi cambieranno il vostro business

Secondo Gartner, questi algoritmi cambieranno il modo di lavorare e avranno un impatto drammatico sull’impiego in molti settori di mercato. Durante una sessione al Gartner ITEXPO, la società di consulenza ha previsto tra l’altro:

  • Entro il 2018, il 20% di tutti i contenuti sarà autorizzato da software automatizzati, il che significa un blocco delle assunzioni di copywriter a favore degli algoritmi di robowriting;
  • Entro il 2020, agenti software autonomi parteciperanno al 5% di tutte le operazioni economiche, grazie all’introduzione, tra gli altri, dei bitcoins. D’altra parte, avremo bisogno di algoritmi di pattern matching per individuare i ladri robot.
  • Entro il 2018, più di 3 milioni di lavoratori a livello globale saranno supervisionate da “Capi officina” automatizzati. Questi algoritmi determineranno la programmazione delle attività, in base ai dati di mercato raccolti in tempo reale.
  • Entro il 2018, il 50% delle aziende in più rapida crescita avrà più macchine intelligenti che dipendenti. Le imprese diventeranno più piccole e più agili grazie all’utilizzo di algoritmi.
  • Entro il 2020, gli agenti intelligenti faciliteranno il 40% delle transazioni mobili, e inizierà l’era post-app, dove gli algoritmi nel cloud ci guideranno attraverso le nostre attività quotidiane senza la necessità di singole applicazioni.

Algoritmi: il carburante per l’Internet delle cose

Algoritmi influenzeranno in modo significativo anche l’Internet delle cose. Senza di loro, l’IoT probabilmente non sarebbe nemmeno possibile! Gartner prevede che entro il 2020, 150 nuovi dispositivi ogni secondo saranno collegati ad Internet! Tutti questi dispositivi saranno collegati ai processi di business, nonché a miliardi di smartphone.

Questo genererà enormi quantità di dati che dovranno essere analizzati per capire cosa sta succedendo. Ciò può essere ottenuto soltanto con algoritmi che possono intervenire automaticamente al momento giusto.

L’Internet delle cose sarà essenzialmente legato alle azioni intraprese da algoritmi basati sui dati che vengono generato dai dispositivi collegati.

Ad esempio, se si dispone di un termostato collegato e la nostra auto si accorge che stiamo guidando verso casa, sapendo che la temperatura nel vostro appartamento è troppo bassa, dirà al vostro termostato di alzare il riscaldamento. Troveremo il nostro appartamento perfettamente riscaldato, e non ci chiederemo nemmeno il perché.

Naturalmente, ciò che un algoritmo è in grado di fare per la vostra casa, può anche essere fatto su larga scala per il vostro business. Prevedere e ottimizzare la manutenzione degli asset industriali, ridurre i consumi, adeguare i processi di business in base all’andamento delle richieste del mercato, suggerire strategie o prevedere comportamenti di acquisto.

Algoritmi saranno anche in grado di prendere in considerazione il contesto. Il contesto che è così importante, e necessario, per capire veramente cosa sta succedendo all’interno di un processo produttivo particolare, di lavoro o dispositivo.

In sostanza, gli algoritmi saranno in grado di trovare i momenti giusti per le azioni giuste, fare connessioni significative e prevedere tutti i tipi di comportamento. L’algoritmica, insomma, sarà il business del futuro e cambierà la società così come la conosciamo.